Voglio il mio cappello! Qualcuno ha visto il mio cappello? “Ho perso il mio cappello. E nessuno l’ha visto.”

“Una volta ho visto un cappello… era blu e rotondo.” No! Questo non è il mio cappello.

Il mio cappello “è rosso e appuntito e…”

“E se non lo vedessi mai più? E se nessuno lo trovasse mai più?””

“Sto sognando che ho un cappello. E il cappello mi sta proprio bene.”

Toh! Un cappello! 

“Come mi sta? Ti sta proprio bene.”

“Questo cappello non è mio. L’ho appena rubato.”

“Lo so: È sbagliato rubare UN CAPPELLO. Lo so: NON È ROBA MIA. Ma ormai ho deciso di tenerlo.”

“Tu! Tu hai rubato il mio cappello!!!”

“Adoro il mio cappello”

***

Tre libri per tre cappelli! Un berretto misteriosamente scomparso, una bombetta furtivamente sottratta a un grosso pesce e un elegante copricapo inspiegabilmente apparso nel mezzo del deserto.

Oggi vi parlo di Jon Klassen e della sua simpatica, irriverente e poetica trilogia!

La trilogia del cappello 1

Cominciamo con Voglio il mio cappello! – primo libro della serie. Qui il protagonista è un orso flemmatico e cortese che si mette alla ricerca del suo cappello sparito inspiegabilmente. Le indagini che intraprende per ritrovarlo lo porteranno a incontrare e interrogare gli abitanti del bosco finché, finalmente, riuscirà a risolvere il mistero e riprendersi l’amato berretto. A modo suo. [SPASSOSO . IRONICO . BUFFO]

Nel secondo libro – Questo non è il mio cappello – un ingenuo quanto simpatico ladro di bombette ci racconta il suo audace tentativo di sottrarre un piccolissimo cappello a un grossissimo pesce. Un granchio ci metterà lo zampino (ops, la chela!). E anche questa volta qualcuno risolverà la questione come meglio crede. [ACQUA.in.BOCCA]

In Toh! Un cappello! – che chiude la serie –  non abbiamo più a che fare con furti malriusciti ma scopriamo la storia di un misterioso ritrovamento che metterà alla prova due inseparabili tartarughe. Un candido copricapo (non più berretto, non più bombetta somiglia piuttosto un elegante panama) compare improvvisamente nel mezzo del deserto. Un cappello per due tartarughe. Un cappello che sta bene a entrambe. Due tartarughe che riusciranno, in modo insperato, ad avere ognuna il proprio cappello. [KEEP CALM & DREAM ]

***

Tre libri ironici e divertenti, anche un po’ dissacranti, che, a mio parere, svelano tutto il loro potenziale se letti mettendo da parte eccessive pretese didattico-educative.

Non voglio, infatti, concentrarmi su un’analisi dei temi (bugie, furti, verità e punizioni) o su un possibile uso di queste storie a scopo pedagogico.

Vorrei proporvele come letture che divertono, stupiscono e rallegrano. Penso che i più piccoli possano apprezzare la trilogia del cappello proprio per questo, perché piacevole e simpatica, spassosa e impertinente.

Questi tre brevi racconti- anche un po’ politicamente scorretti (penso soprattutto al finale dei primi due) – faranno forse storcere il naso a qualche adulto troppo attento, deciso a proporre solo avventure altamente edificanti; eppure credo che in questo stia molta della loro forza. Mi ricordano, in un certo senso, le vecchie favole, dove non trovavano posto solo buoni sentimenti. Queste tre storie sono autentiche nella loro semplicità, sanno far ridere piacevolmente e non si preoccupano troppo, a mio parere, della presunta morale che viene spesso loro attribuita.

Penso che l’ironia e una sempre necessaria dose di leggerezza siano le chiavi giuste per leggere la trilogia di Klassen, godendo ognuno di questi tre libri per il piacere che può dare.

***

I personaggi sono buffi ma intensi, eccezionalmente caratterizzati nella loro fissità. I loro sentimenti e le emozioni sono tutte concentrate negli occhi, solo apparentemente immutabili: piccole variazioni nella posizione e nella forma della pupilla riescono a descrivere cambiamenti d’umore e nuovi pensieri.

Le immagini e i testi sono semplici eppure intensi. Essenziali. Le parole e le frasi ripetute insistentemente creano una piacevole cantilena che scandisce il ritmo del racconto. E dove le parole non servono le immagini bastano a se stesse.

Tre libri da non perdere!

Buona lettura!

***

Jon Klassen, Voglio il mio cappello!. Zoolibri, 2012.

Jon Klassen, Questo non è il mio cappello.  Zoolibri, 2013.

Jon Klassen, Toh! Un cappello!. Zoolibri, 2016.

Annunci