Voglia di mare? Tuffiamoci nelle acque profonde insieme a Guizzino, coraggioso e tenace pescetto creato da Leo Lionni nel 1963.

***

“In un angolo lontano del mare, viveva una famiglia di pesciolini rossi. Solo uno era nero come una cozza. Nuotava più veloce degli altri. Si chiamava Guizzino”

Un pesciolino molto fortunato. La qualità che gli è toccata in sorte (il saper nuotare molto, ma molto veloce) l’ha sicuramente aiutato il giorno in cui un grosso tonno decise di mangiarsi tutti gli altri pesci del branco.

Guizzino, infatti, fu l’unico che riuscì a fuggire. È un pesce veloce – l’abbiamo detto – ma è anche molto furbo, tenace e coraggioso. Certo, una volta rimasto solo cominciò a sentire paura e tristezza…

“Ma il mare era pieno di sorprese e a poco a poco, nuotando fra una meraviglia e l’altra, Guizzino tornò a essere felice.”

guizzino-11.jpg

Incontrò meduse variopinte, aragoste indolenzite, pesci imperscrutabili, foreste di alghe, murene sbadate e palme sottomarine. Un viaggio magnifico e incantato che un giorno lo condusse a scoprire una nuova grande famiglia di piccoli pesci rossi. Tanta la sua felicità per aver trovato nuovi compagni di viaggio, quanto il timore degli altri pesciolini terrorizzati dalla presenza dei grandi pesci.

“Ma non si può vivere così nella paura”, disse Guizzino, “bisogna pur inventare qualcosa.”

Ecco che allora, dopo aver pensato a lungo, Guizzino ebbe un’idea! I piccoli pesci rossi poterono allora imparare a muoversi insieme: “nuotarono nel grande freddo del mattino e nel sole di mezzogiorno, e uniti riuscirono a cacciare i grandi pesci”.

Guizzino 2

***

Un’avventura semplice, quella di Guizzino, eppure affascinante e significativa.

Questo prezioso albo illustrato per me si è rivelato essere un po’ come una cipolla o una piccola matriosca: una continua scoperta di nuove sfumature e possibilità interpretative.

Se appena in superficie abbiamo una storia dedicata a tutti i piccoli amanti del mare, scendendo poco sotto l’increspatura dell’onda troviamo un racconto che parla di collaborazione, partecipazione e reciproco sostegno.

Se ci immergiamo ancora un poco scopriamo anche i temi della perdita e della paura, dei viaggi e delle scoperte, del coraggio e dell’intraprendenza.

Anche il personaggio di Guizzino – connotato in modo evidentemente differente rispetto agli altri pesci del branco – è semplice e speciale al tempo stesso. Protagonista che spicca per le sue doti particolari e il coraggio, è un personaggio che suscita un’immediata simpatia. Guizzino è speciale ma non irraggiungibile.

Ciò che gli permette di compiere questo viaggio straordinario non sono solo le sue qualità innate, ma anche la capacità di non lasciarsi abbattere, la voglia di scoprire e imparare, la tenacia nelle difficoltà e la meraviglia per la bellezza del mondo.

Leo Lionni – con grande abilità – ci regala una storia semplice ma di carattere, che può far riflettere senza voler insegnare, un racconto dove accuratezza e spontaneità si fondono alla perfezione.

***

Le parole, le frasi e le scelte lessicali sono semplici ed essenziali, facilmente comprensibili e naturali. Eppure linearità e chiarezza si accompagnano all’uso di figure retoriche ben più complesse, come similitudini (“un’aragosta che si muoveva come una ruspa arrugginita”) e metafore (“una foresta di alghe che crescevano da foreste variopinte”), il tutto senza rendere il testo eccessivamente complicato per i più piccoli.

Ritrovo lo stesso tipo di linguaggio anche nelle illustrazioni – a tratti essenziali e sfoltite, a tratti ricche e gremite. Ricercate e istintive al tempo stesso, accostano l’immediatezza e la semplicità all’uso di quelle che mi piace definire metafore per immagini (la foresta di alghe, ad esempio).

Insomma, un libro ricco, da leggere e gustare  – “come una caramella variopinta” –  che, allo stesso tempo, offre numerose e spontanee occasioni di riflessione. E non solo sul tema della cooperazione! Questo piccolo tesoro presenta molti spunti anche su altre tematiche (la perdita, il coraggio, la tenacia…).

Una storia fresca, agile e variopinta che svela tutta la sua bellezza in quei piccoli ma essenziali dettagli che fanno la differenza!

Buona lettura!

***

Leo Lionni, Guizzino. Babalibri, 2006.

Pagine: 40

Consigliato da 4 anni

Guizzino è disponibile anche in formato tascabile (Collana Bababum)!

Annunci